Area Kart - Aggiornamenti Tecnici e Regolamentari

Pronti a febbraio i nuovi motori versione 2007.

Le modifiche più importanti riguardano gli assi a cammes, che presentano nuovi profili e diversi valori di fasatura (queste modifiche possono essere estese ai motori modello 2006).

In questa configurazione la coppia del motore migliora sensibilmente a tutti i regimi.

Nella versione con carburatore da 30mm la potenza massima sfiora i 35 cv.

Un alzavalvole centrifugo, montato sull'asse a camme di scarico, facilita l'avviamento del motore.

La frizione è stata rinforzata per assicurare una buona affidabilità con i nuovi valori di coppia e potenza.


 


 Aggiornamenti Regolamentari 2010

A discrezione dei Commissari in pista, i Kart saranno soggetti a verifiche ad ogni qualifica, prima e dopo la gara per controllare che la frizione sia conforme alla fiche di omologazione. 
 
Verifica pregara:
Il regime di primo trascinamento (attacco) della frizione è stabilito in 4500 giri/1' massimo, non è prevista alcuna tolleranza a tale valore.
A discrezione dei Commissari, il controllo viene effettuato in parco chiuso o sulla pre-griglia di ogni partenza con kart in ordine di marcia e pilota a bordo.
I commissari controllano, muniti di un contagiri digitale e operando sul pedale del gas, che appunto il kart inizi a muoversi entro la soglia dei 5000 giri.
 
Verifica fine gara:
a fine gara, dopo l'usuale pesata del kart, viene eseguito il controllo della frizione.
I commissari controllano, muniti di un contagiri digitale, che il kart in ordine di marcia con pilota a bordo sorpassi entro i 5000 giri/1' (+300 giri/1') una barra delle seguenti dimensioni: altezza 15 mm, larghezza 70 mm , lunghezza superiore alla carreggiata del kart.
Tale verifica deve essere effettuata ai primi 3 concorrenti di ogni gara effettuata. Ai suddetti concorrenti, prima di tale verifica, è assolutamente vietato modificare la pressione pneumatici dopo l'arrivo.
A discrezione dei commissari, potranno essere verificati anche altri concorrenti, che si siano classificati dopo la 3° posizione.
Il materiale della barra è libero, basta che sia indeformabile ed a spigoli vivi.